domenica 27 aprile 2014

25 aprile: " festa del bocolo"

Il 25 ero a Padova dalla mamma e non pensavo proprio alla " festa del bocolo", forse per la prima volta in 35 anni di vita qui a Venezia. In questi ultimi tempi, tutti noi fratelli abbiamo la mente sempre occupata da preoccupazioni, sospiri, speranze.....
...poi mi ha raggiunta Francesco con un bel "bocolo" rosso, ecco sì, anche quest'anno se n'è ricordato. Lo abbiamo messo nel vasetto di fronte al letto di mamma insieme con le rose del giardino, bisogna proprio dire che faceva la sua bella figura!

Intanto a San Marco si realizzava un "bocolo" umano gigante:


El dì de San Marco, ghe xe l'usanza famosa
de scambiarse a Vanezia un bel bocolo de rosa.
Cussì ogni galantuomo, come pegno del so amor
el ghe porta a la so dona, sto bel vivo e rosso fior.
Sin dal tempo che fu, la tradizion xe questa
de goder in sto zorno un momento de festa
e pensando a san Marco, nostro sacro protetor
se donemo el bocoleto sbalancando el nostro cuor.
Ricordando el so vangelo, che al Cristo ga dà gloria
ogni ano el patriarca, de sto Santo el fa memoria.
Con gran pompa in Catedral, in so nome intitolada
el festizia sto Patronoconsacrando sta zornada.
Sta festosa ricorenza, nata in tempi assai lontani
la xe stada sempre caradentro el cuor dei Veneziani.
A Venezia resta viva, sta preziosa tradizion
dove el Santo Evangelista, gode grande venerazion.

Bertola Gianluigi

3 commenti:

  1. E quando meno te l'aspetti, arriva la sorpresa...

    RispondiElimina
  2. Una bella tradizione non va mai ignorata...
    Un saluto

    RispondiElimina