mercoledì 27 giugno 2012

...e scende la sera.

Pochi versi mentre, affacciata alla terrazza, aspetto il rientro un po' di tutti....


immagine da google

Svelta,
una lucertola corre sui muri:
guizza,
fugge,
scompare.
Riappare
tra le fessure di pietre roventi.

Danza il calabrone
su candidi petali
di bianche gardenie;
titubante,
piano si posa
e dolce sugge
il nettare inebriante.

Dondola al vento la palma
dai verdi ventagli
come di donne accaldate di sole.

Romba lontano il tuono
che annuncia
-vana illusione-
fresca
la pioggia estiva
...e scende la sera.



3 commenti:

  1. le lucertole mi fanno terrore più dei topi... ciao

    RispondiElimina
  2. Una bella immagine della sera che arriva.

    Bacio

    RispondiElimina
  3. Bella! sembra di vedere quello che tu vedevi

    RispondiElimina