domenica 25 settembre 2011

Pronto, Neutrino? Sono Gelmini

il signor Neutrino

Intercettata una drammatica telefonata tra il ministro Gelmini e il neutrino.

Questioni di tunnel.
La pubblichiamo in esclusiva.


Buonasera, cercavo il signor Neutrino.

"Sono io, mi dica, con chi parlo?

Sono Mariastella Gelmini.

"Ah…ah…ah…".

Non rida per favore e mi ascolti…

"Ih…ih…ih….".

Non rida!!!

"A proposito: sto guidando, se cade la linea è perchè sono in galleria.... le è piaciuta questa?"

Per niente, rallenti e mi ascolti: lei mi ha rovinata!

"Guardi che ha fatto tutto da sola! Sono due ore che sono su Twitter e... non ridevo così dai tempi di Totò al Giro d'Italia".

Io ho solo scritto un comunicato per congratularmi col Cern di Ginevra!

"E ha scritto che per superare la velocità della luce io percorro un tunnel tra Ginevra e il Gran Sasso!".

Non posso sapere sempre tutto…

"Tra Ginevra e il Gran Sasso ci sono 730 chilometri, se l’immagina un tunnel lungo 730 chilometri? Quindici volte circa quello sotto la Manica, che è 50 chilometri, 45 volte il Gottardo!".

Ma allora scusi, come fa...

"I neutrini passano attraverso la roccia, che per un neutrino, date le dimensioni infinitesimali, è come se non esistesse. Percorriamo i 730 chilometri in linea d'aria. Poi, una volta arrivati nei laboratori sotto il Gran Sasso, veniamo intercettati da mattoncini di piombo e lastrine forografiche. Una sorta di fotofinish"

Comunque la polemica è falsa e pretestuosa.

"Andiamo! Lei pensava a un tunnel vero! Magari con la dogana, il telepass e le soste all’autogrill, con tanto di Polstrada: chi siete? Dove andate? Siamo due neutrini. Patente e libretto".

Senta, signor Neutrino, mi deve aiutare a uscirne. Ormai è un tormentone, sul Web mi chiamano Mariastella Neutrini. Solo lei, riconoscendo che il vostro esperimento deve molto al ministero del’Istruzione, può difendermi.

"Sì certo, come no, l’aiuterò a cercare una luce in fondo al tunnel".

Ecco sì, mettiamola così, una luce in fondo al tunnel…

"Mi spiace, ha scelto la particella sbagliata, io la luce nel tunnel la supero".

Ma tutte quelle battute...

"E come no? Ne ho letto di bellissime. Attenzione, code di neutrini sotto il Gran Sasso, traffico rallentato tra Ronco Bilaccio e Barberino del Mugello. Com’è che il Tom Tom non lo segnala?".

La smetta!

"E senta questa, l’ho trovata su Facebook: e guidare nel tunnel a fari spenti nella notte per vedere/dove il neutrino va a morire".

La prego, la smetta non faccia il ... materialone!

"Guardi che se c’è uno che non può essere chiamato materialone sono io. Sono una particella elementare. Subatomica. Le piace Harry Potter?".

Potter il filosofo?

"No, quello è Popper. Harry Potter il maghetto, senta questa: si informano i signori passeggeri che il binario 9 e 3/4 non conduce a Hogwarts, ma al Cern di Ginevra”.

Io volevo solo celebrare un avvenimento scientifico di fondamentale importanza, epocale, direi…e invece è tutto il giorno che mi prendono in giro, insegnanti, studenti, bidelli, lo hanno già ribattezzato il Tunnel Gelmini.

"E come no? Il Tunnel Gelmini comparirà nella terza prova della maturità 2012. Quanto è lungo? A: 3km. B:1metro e 70 cm. C: Ventimila leghe sotto i mari".

L’avevo pregata di smetterla!!!

Aspetti, l'ultima: "Neutrini fuori dal tunnel, ora si cerca il pusher che li ha riforniti".

Ora basta! A questo punto mi rivolgerò al Premier e gli chiederò di chiudere il Cern di Ginevra, finanziato coi fondi del Governo italiano. Altro che Nobel, vi ritroverete a montare orologi a cucù, lei e quel supponente di Rubbia…

"Non credo proprio. Il premier Berlusconi, appresa la notizia, ha dichiarato: ne voglio uno anch'io, da Villa Certosa a Palazzo Grazioli".

F.Anfossi
Da FamigliaCristiana.it

3 commenti:

  1. In effetti è esilarante.

    Un abbraccio e buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  2. troppo forte! Sono tornata: ora basta, mi fermo qui! Baci

    RispondiElimina